corsi-barman

Iscriviti ai corsi di FBS e diventa un barman professionista

Il ruolo del barman, non ha perso quel fascino che da sempre lo caratterizza ed ancora oggi è una figura centrale, sia che lo si veda all’interno di strutture alberghiere, american bar, locali di tendenza o discoteche, anche se ovviamente sono i locali notturni che ne rappresentano l’habitat naturale.

Esser un barman, significa svolgere una professione e che come tale, richiede una formazione seria e completa, un codice comportamentale e deontologico, ma non solo, perché quando c’è la volontà d’intraprendere questo mestiere, dev’esser tenuto ben presente, che si tratta di una vera e propria arte.

Il barman difatti, non è colui che dietro al bancone di una caffetterìa, si occupa della clientela servendo snack e bibite, ma è un profondo conoscitore di bevande alcoliche, un alchimista capace di creare miscele alla perfezione, di dar vita a cocktail di ogni genere e inventarne di nuovi, tutto questo, grazie a conoscenze tecniche acquisite, abilità assimilate nell’utilizzo degli strumenti in possesso ed alla propria fantasia.

Questi sono i motivi per i quali il barman, spesso possiamo sentirlo definire “mixologist”, scienziato della miscela, dell’insieme.

Perché avvalersi dei corsi di barman?

Se è ormai chiaro che stiamo analizzando un lavoro che si nutre di reale passione, capace di donare nuovi e continui stimoli, divertimento e soddisfazioni anche da un punto di vista economico, è anche basilare capire che si tratta di una professione e come tale, deve esser affrontata seriamente, con le dovute competenze.
Affermare quindi, che dedicare molte ore alla pratica sia un requisito necessario per acquisire sicurezza, è un’ovvietà, ma questo non può bastare per costruire un solido background, apprendere segreti, ampliare le proprie conoscenze e farne uso per poter creare un proprio stile, esser in grado di soddisfare ogni esigenza e non solo. Intraprendere questo mestiere significa capire ed anticipare il trend, saper interagire con la clientela, aver i mezzi per gestire le più svariate situazioni, imparare come e cosa significa star dietro a quello, che non è un semplice bancone.

Il barman non è una comparsa dello spettacolo, ma egli stesso è l’attrazione della serata, uno dei motivi per i quali la gente decide di tornare, passare un’altra notte nel locale ed anche questo, ben spiega quanto avvalersi di corsi di barman sia innegabilmente necessario, un passaggio fondamentale, se non obbligatorio.

E’ limitativo infatti, usare il termine barman, perché come detto questa è un’arte e per meglio capire cos’è che ne esalta le peculiarità, è più corretto parlare di “bartender”, un professionista che possiede cognizioni pratiche e teoriche di scuola italiana ed estera, che vanno oltre alle tecniche ed agli strumenti tradizionali.

Il bartender, ha una profonda conoscenza delle tecniche di miscelazione molecolare per la creazione di cocktail e drink, è un maestro del taglio di verdura e frutta per le decorazioni, quindi ha reale cognizione e visione estetica, tanto da esser in grado di allestire il locale per ogni occasione, ma l’eccellenza arriva con il Flair.

Il bartender infatti, è il funambolo, trapezista e giocoliere del bancone, capace d’intrattenere da solo la clientela per l’intera serata, grazie alle estreme tecniche acrobatiche del Flair.
Di questa disciplina esistono competizioni a livello mondiale, dove veri artisti si danno battaglia facendo volare e roteare shaker, bicchieri e bottiglie, con tanta naturalezza, quanta spettacolarità.

Il barman non é un mestiere per tutti, ma attraverso i corsi barman, è possibile avere ed esser tutto questo, un mestiere che dà la possibilità di scegliere l’ambiente lavorativo, locali raffinati ed eleganti o luoghi con un’impronta più informale, passare da un lounge bar ad una discoteca, preparare un cocktail o trasformarsi nell’attrazione della serata, catalizzando l’attenzione dell’intera clientela. Cavalcare la moda del momento o tentare il lancio di un nuovo trend perché diventi un drink apprezzato fin dall’altra parte del mondo.

Quello del barman, non è un lavoro come un altro, significa esser protagonisti di una bellissima avventura, significa aver passione, desiderio e partecipazione, voler vivere pienamente ogni situazione, significa amar il divertimento ed il contatto con una moltitudine infinita di persone.

Ragion per cui, per chi non possiede un’indole abitudinaria, non trova motivazione in attività che obbligano a gesti ripetuti, a limitati contatti con la gente, per chi ha fame d’esperienza o è cosciente della propria creatività e desiderio d’esprimerla, per coloro che hanno personalità e carattere dinamico, il barman è sicuramente una professione, un’arte da prendere seriamente in considerazione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *