lavorare con il forex

Trasformare il forex in una professione: si può

Spesso si sente parlare di persone che hanno trasformato il forex in una professione, è possibile? Come si può rendere il forex la propria professione?

Professione forex

Meglio non illudersi: per trasformare il forex in una professione occorre molto impegno

Per far in modo di guadagnare con il forex uno stipendio, è necessario del tempo e non ci si può improvvisare, ma questo non vuol dire che non sia possibile. Il forex è il mercato in cui si scambiano delle valute, è globale e gli scambi avvengono senza bisogno di un luogo di incontro reale perché tutto si svolge in rete, 24 ore su 24, per 5 giorni la settimana.

E’ un mercato in cui ogni giorno vi sono scambi pari a miliardi di dollari e sul quale operano professionisti e non professionisti. Per poter fare del forex una professione occorre studiare molto e conoscere nel minimo dettaglio i fattori che portano alle variazioni di valore delle valute.

lavorare con il forex
Le basi

Il forex e il rapporto di leva

La professione forex richiede che ci sia un avvicinamento graduale a tutti gli strumenti messi a disposizione dei traders. Non si può iniziare dai livelli avanzati, occorre partire dalle basi e iniziare investendo piccole somme.

Per poter fare ciò è necessario anche scegliere un broker che non prometta facili guadagni, ma che offra un piano di studio che aiuti i futuri traders ad entrare in modo professionale e con conoscenze adeguate nel mondo del forex. Solo in questo modo è possibile evitare di perdere fin da subito tutto e di conseguenza rinunciare.

La premessa fatta non implica che in questa fase i guadagni siano irrisori perché in realtà, grazie al rapporto di leva, è possibile fin da subito e con piccole somme riuscire ad avere delle soddisfazioni economiche.

Il rapporto di leva, o leverage, nasce proprio per permettere anche a chi non ha molte risorse di operare nel forex e avere dei riscontri economici. Un rapporto di leva 1:200 implica che investendo un solo euro su una posizione, è come se ne fossero stati investiti 200, ciò implica che guadagni e perdite saranno calcolati su 200.

Con il trascorrere del tempo, quando il trader sarà in grado di gestire il flusso delle informazioni che arrivano dal mercato delle valute, potrà operare anche con un rapporto di leva molto più elevato e con la possibilità di avere guadagni tali da permettersi di vivere agiatamente solo con il forex.

E’ bene dire che è consigliato distribuire il rischio in numerose operazioni, in modo che le perdite, comunque presenti nel forex, siano ampiamente compensate dai guadagni. Ciò implica che durante la giornata debbano essere aperte e chiuse numerose posizioni, tenendo sempre alta la concentrazione su ciò che si intende fare.

Di conseguenza trasformare il forex in una professione richiede comunque molte ore di impegno giornaliero tra studio e attività di investimento. 

Segnali di forex

Calcolo delle probabilità

Chi opera professionalmente nel forex solitamente utilizza strumenti evoluti per fare previsioni attendibili sugli andamenti delle valute, tra questi vi sono i segnali di trading e gli indicatori. Si tratta di strumenti, alcuni semplici, altri complessi e basati su analisi matematiche sofisticate, che aiutano la valutare la probabilità che una moneta assuma un valore piuttosto che un altro. I segnali e gli indicatori che possono essere utilizzati nel forex sono numerosi, per questo è importante scegliere quelli più adatti al proprio modo di investire.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *